Favò… favonio

FAVÒ (favonio)

Denominazione di Origine Protetta

Rosso Riserva

UVAGGIO: Nero di Troia in purezza

VENDEMMIA: Fine Ottobre – Inizi di Novembre

VINIFICAZIONE: In vasche di acciaio a temperatura controllata ed inferiore ai 28° gradi centigradi. Le uve appena arrivano in cantina vengono pigiate e diraspate, quindi avviate alla fermentazione, che viene fatta durare fino a quando tutto lo zucchero viene svolto in alcool. In questo modo si cerca di estrarre la maggior quantità possibile di estratti dalla buccia che viene poi pressata in modo molto leggero ed in un solo ciclo in modo da evitare l’estrazione dalla buccia di sostanze poco utili all’affinamento (invecchiamento) del vino

AFFINAMENTO: per tutto il periodo invernale successivo alla fermentazione il vino sosta in vasche di acciaio per dargli il modo ed il tempo di illimpidirsi in modo naturale, sfruttando i freddi invernali. Successivamente il vino viene posto in barrique (piccole botti di legno) non nuove per un periodo di 24 mesi e quindi sosta in bottiglia per almeno sei mesi prima di essere commercializzate

NOTE ORGANOLETTICHE: La vendemmia tardiva unitamente alla poca produzione per ceppo ed il lungo affinamento in botti di legno consente di smussare in modo consistente i tannini del Nero di Troia. In questo modo è possibile sorseggiare il favò come vino da simposio, gustando appieno il perfetto equilibrio tra le note floreali e speziate che il vino esprime. Queste caratteristiche consentono al Favò di non avere nessuna limitazioni negli abbinamenti

GRADO ALCOLICO 13 % Vol